Chimica Plastica

11 maggio 2012

Prendete una tazza di tè avvelenato sarà ancora?

Mercoledì scorso, un rapporto di Greenpeace ha delineato i pesticidi, tra cui prodotti chimici cancerogeni e bandito - che si trovano in 18 tè cinesi, tra cui alcuni dei marchi più noti del paese.

Tea può avere una lunga storia in Cina, ma è stato poco esonerare dagli scandali sulla sicurezza alimentare che hanno afflitto il paese negli ultimi anni.

"Tu non sai quante persone - e per quanto tempo - ha inconsapevolmente bevuto pesticidi tossici in loro tè," Wang Jing, un attivista alimentare e agricoltura con Greenpeace, ha detto in un comunicato.

Secondo il rapporto, 14 dei 18 tè testati contengono pesticidi che possono influenzare la fertilità, danneggiare un feto o causare danni genetici.

Il rapporto è solo l'ultimo di una serie di scandali sulla sicurezza alimentare per colpire settore del tè cinese. Ultimo caduta Unilever ha ricordato una partita di Lipton "Iron Buddha" tè, perché conteneva livelli eccessivi di terre rare.

Un controllo dei precedenti governi di marchi di tè oolong aveva scoperto che 19 dei 58 marchi testati non hanno rispettato gli standard, tra cui Lipton "Iron Buddha".

Il rapporto di Greenpeace ha scoperto che anche alcuni dei tè più famosi e costosi venduti con marchi come Wuyutai, Tenfu e otto cavalli, pesticidi contenuti che sono vietate in Cina. Un tè, Richun di ferro di Buddha No. 803, è stata rilevata la presenza di 17 diversi tipi di pesticidi.

Pechino gli sforzi per affrontare il problema della sicurezza alimentare sono stati finora frammentaria e uso eccessivo di pesticidi è comune in agricoltura cinese. A giudicare dai progressi finora, può essere un po 'ancora prima che la Cina di aficionados tè può bere semplice.

Originally posted: Plastic Chemical

No Comments »

Nessun commento ancora.

RSS feed dei commenti a questo post. URL TrackBack

Lascia un commento

Powered by WordPress